L"arte" astratta
Volete anche voi diventare pittori astrattisti? Tirate fuori i vostri disegni dell'asilo e ricopiateli su tela ;-)

"Di questi tempi l'eterna imbecillità si manifesta tra l'altro nella pretesa di sostituire la pittura con un' arte detta astratta che consiste nel deporre, con fantasia e convinzione variabili, una certa quantità di materia su una superficie."

Non sono parole mie ma di un "certo" Renè Magritte

come non condividerle....

 Quella semplice idea vestita di bellezza, pensiero per immagini, "Ciò a cui non si arriva.." come diceva Thomas Mann che fine ha fatto, se basta un po di materia sparsa su una tela per essere chiamata arte?

"Non comperate quadri moderni, fateveli in casa" diceva il grande Leo Longanesi,

quanta verità in questa battuta, pensateci un attimo, non c'è niente di più facile di fare un quadro astratto, la difficoltà sta al massimo nel trovare un critico che ti esalta e di conseguenza ti fa vendere, ma anche lì, non è poi una grande fatica, gli imbecilli per loro natura si attraggono.

"Povera l'opera d'arte che può essere compresa soltanto dagli artisti", ma avete mai sentito un critico spiegare il significato di un quadro astratto ?

Neanche un monologo di Benigni è così divertente.... Lo sentirete tirare giù tutta la Treccani per spiegare l'impeto di una pennellata...

Stupidaggini a sostegno di altre stupidaggini, e mentre l' Arte vera è espressione dello spirituale per mezzo della tecnica, "principio generatore di qualcosa in altro" come diceva Aristotele.
L'arte moderna o astratta altro non è che premeditata montatura, privata del tempo e della memoria che è poi ciò che le permetterebbe di realizzarsi pienamente. 

Se lasciate un vasetto di colore aperto, otterrete lo stesso risultato: grammi di colore seccato inutilmente!

Scopo di un Artista è arrestare il movimento che è vita, in maniera tale che, anche dopo 100 anni quando qualcuno guarderà la sua opera, essa torni a muoversi perchè è viva.

Diceva sempre Longanesi : "L'arte è un appello al quale troppi rispondono senza essere chiamati".